ANT QUESTIONS: Aiuto! Ci sono delle formiche nella mia cucina!

Help! I have ants in my kitchen and want them out! How do I get rid of the ants in my house?

In realtà, la maggior parte delle specie di formiche non ha interesse ad entrare nelle nostre case, tuttavia esistono alcune specie che possiamo definire infestanti domestiche. L’identificazione del genere e della specie di appartenenza delle formiche che stanno invadendo la tua casa può essere di aiuto per stabilire un efficace piano di disinfestazione.

Tuttavia, esistono alcuni accorgimenti generali ed utili in molte occasioni:

1. Pulizia
Se sei in grado di localizzare il punto di accesso delle formiche, puoi provare a scoraggiarle dall’entrare. Questo può essere fatto in diversi modi, incluso l’assicurarsi che le loro fonti di cibo siano inaccessibili (riporre il cibo in contenitori a chiusura ermetica). E’ anche importante tenere pulita ogni area in cui vedi le formiche nutrirsi o entrare e la strategia migliore è usare dell’acqua saponata. Questo non perché le formiche siano sporche, ma perché loro comunicano deponendo tracce olfattive (feromoni) dove camminano, permettendo alle altre compagne di localizzare il cibo velocemente.

2. Scoraggiare
Un’altra opzione è quella di bloccarle o impedire loro di entrare nella tua casa. Ci sono molti prodotti utili per chiudere tutti i buchi che le formiche stanno usando come accesso: in ferramenta puoi trovare lo stucco oppure petrolati come la vaselina, ma puoi anche provare a usare una polvere molto fine e odorosa come cannella, peperoncino di cayenna, farina fossile, amido di mais o borotalco. L’efficacia di questo tipo di intervento sarà maggiore se riesci a capire da dove le formiche entrano nella tua casa dall’interno e dall’esterno e a bloccare entrambi gli ingressi. Dovrai continuare ad applicarli finché non vedi più formiche in casa. Queste polveri sottili e odorose rimangono attaccate ai peli delle zampe delle formiche che infastidite sia dall’odore che dalla polvere tenderanno ad evitare le zone trattate.
Dato che questo tipo di polveri non uccide le formiche ma le scoraggia ad entrare, questo è un ottimo metodo se si vuole evitare prodotti chimici perché si hanno in casa bambini piccoli o animali.

3. Esche tossiche
Se i metodi precedenti non sono efficaci, allora si può fare ricorso ad esche tossiche. Nella maggior parte dei casi  sono efficaci esche zuccherine con acido borico (si consiglia di usare basse concentrazioni con meno dell’1% dell’ingrediente attivo). I prodotti che nebulizzano localmente (spray) non sono efficaci perché, anche se eliminano gli individui presenti in casa, il nido e la regina sono ancora nelle vicinanze e continueranno a produrre  formiche operaie, le quali troveranno la loro strada per casa tua.
Questo è il motivo per cui si preferisce usare le esche tossiche (disponibili nei supermercati o nei negozi di giardinaggio). Il loro principio di funzionamento si basa su due fasi: nella prima fase la formica entra all’interno dell’esca e viene a contatto con un veleno ad azione lenta che si deposita sul suo corpo; successivamente le operaie porteranno il veleno dentro il nido e lì lo trasmetteranno alle altre formiche fino ad arrivare alla regina agendo, quindi, sull’intera colonia. Le esche vanno posizionate in aree, all’interno della casa, dove si è osservato il passaggio delle formiche, ma è necessario assicurarsi che le esche siano lontano da luoghi in cui i bambini e gli animali possono facilmente trovarle

Text: Corrie Moreau & The Field Museum team
Translation: Sara Rezzolla and Cristina Castracani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s